• Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon

© 2023 by We Smile. Proudly created with Wix.com

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

RAPPORTO OCSE SULLA SALUTE IN EUROPA: LE COSE DA SAPERE

December 7, 2018

 

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha pubblicato recentemente il report 'Health at a Glance Europe 2018', la relazione annuale sullo stato di salute dei cittadini dell'Unione e delle prestazioni dei sistemi sanitari nei 28 stati Ue, nei 5 paesi candidati e nei 3 paesi dell’Associazione europea di libero scambio.

Ecco i punti principali del documento:

Persistono grandi disparità nell'aspettativa di vita non solo per sesso, ma anche per status socio-economico;

Dal 2011 l'aumento dell'aspettativa di vita è rallentato notevolmente;

Si stima che 790 mila persone nei paesi dell'Ue siano morte prematuramente nel 2016 a causa del fumo, del consumo nocivo di alcol, di diete non sane e della mancanza di attività fisica;

Più di una persona su sei nei paesi dell'Ue ha un problema di salute mentale;

La depressione cronica è segnalata più spesso dalle donne e aumenta con l'età nei paesi dell'Ue;

Le donne in Italia vivono fino a 85,6 anni, gli uomini fino a 81 anni. Ma vivranno rispettivamente il 21% e il 17% della loro vita con "limitazione dell'attività";

Svezia e Malta i paesi in cui si vive meglio dopo i 65 anni.
L'aspettativa di vita è inferiore rispetto a Francia, Spagna o Italia, ma le persone vivono la maggior parte dei loro anni in buona salute;

Il diabete è cresciuto in modo significativo: nel 2000 erano 18,3 milioni le persone colpite, oggi sono 32,7 milioni. I Paesi con più casi sono il Portogallo (9,9% degli adulti), la Romania (9,5%) e Malta (9%);

L'Italia ha il tasso di natalità più basso con 7,8 nascite ogni 1000 abitanti. Il tasso di natalità è in diminuzione nella maggior parte dei Paesi.

Negli ultimi 10 anni la percentuale di fumatori tra gli adulti è in calo nella maggior parte dei Paesi. 

Il consumo di alcool è generalmente in calo o stabile dal 2006.

EURONEWS.com

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Cerca per tag
Please reload