• Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon

© 2023 by We Smile. Proudly created with Wix.com

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

LA CAMMINATA VELOCE MIGLIORA L’EFFICACIA DELL’INSULINA

December 3, 2018

 

Hai fatto di recente le analisi e il medico ti ha detto che il livello degli zuccheri presenti nel sangue è un po’ al di sopra della norma. La situazione è da tenere sotto controllo, per non ammalarsi (diabete), mantenendo ottimale il livello degli zuccheri non solo con l’alimentazione, ma anche praticando attività fisica.

Cerchiamo di capire come funziona il meccanismo di assorbimento e utilizzazione del glucosio.

Quando ci alimentiamo, introduciamo nel nostro corpo una certa quantità di carboidrati. Questi non sono altro che zuccheri, e forniscono all’organismo l’energia necessaria per funzionare correttamente.

I carboidrati possono essere:

- SEMPLICI. Hanno una struttura molecolare più elementare, e vengono rapidamente trasformati in glucosio, che è lo zucchero presente nel sangue (es: saccarosio, fruttosio nella frutta)

- COMPLESSI. Hanno una struttura molecolare più complicata, e il corpo ha bisogno di tempo per trasformarli in glucosio e consentirne l’assorbimento al livello del sangue (es: amidi nella pasta e pane).

Una volta digeriti, tutti i carboidrati vengono assorbiti dal sangue sotto forma di glucosio, un vero e proprio carburante per le cellule. Per poter passare dal sangue a queste ultime, però, il glucosio necessita di un ormone, che prende il nome di insulina e che viene prodotto dal pancreas. Ovviamente, più zuccheri si ingeriscono, più insulina è costretto a produrre l’organismo.

I diabetici hanno problemi nel metabolismo degli zuccheri, o a causa di un malfunzionamento del pancreas che non produce più insulina (diabete di tipo 1), oppure perché questo ormone non riesce a penetrare nelle cellule per consentire a queste ultime di utilizzare gli zuccheri (diabete di tipo 2). I primi devono ovviare al loro problema con iniezioni di insulina; i secondi devono assumere farmaci che migliorano l’efficienza di questo ormone.

E’ stato scientificamente dimostrato che l’attività fisica migliora l’efficacia dell’insulina, sia quella prodotta dall’organismo, sia, nel caso dei diabetici di tipo 1, quella assunta dal paziente mediante iniezioni.

Ciò fu rilevato, per la prima volta, nel 1926, da un medico affetto da diabete di nome Lawrence.

Durante i primi 30 minuti di attività fisica, il corpo brucia prevalentemente carboidrati. Pertanto, si raggiunge l’obiettivo del quale parliamo. Però, se oltre a bruciare zuccheri si vuole anche perdere peso, l’allenamento dovrà essere di circa un’ora. Infatti, dopo la prima mezzora in cui l’organismo brucia gli zuccheri disponibili, l’energia comincia ad essere attinta dalle riserve di grasso.

Bruciare gli zuccheri con la camminata veloce è senz’altro il modo più semplice per farlo. La camminata veloce è un’attività sportiva che, in linea di massima, può essere praticata da tutti, perché non richiede particolari sforzi.

Questa forma di allenamento è molto semplice: bisogna, infatti, camminare a ritmo sostenuto, e nient’altro.

LALEGGEPERTUTTI.it

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Cerca per tag