• Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon

© 2023 by We Smile. Proudly created with Wix.com

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

LA CAMMINATA VELOCE E LA CORSA LENTA PER DIMAGRIRE

August 17, 2018

 

 

Se si sta pensando di iniziare uno sport per dimagrire, la camminata veloce o anche la corsa lenta è sicuramente la scelta ideale. Quando si cammina veloci o si corre il corpo utilizza sia carboidrati sia grasso come fonte di energia.

Dipende ovviamente dalla velocità e dall’intensità con cui si cammina o si corre.

Nel caso di corse ad alta intensità o sedute di allenamento con momenti ad alta intensità intervallati da momenti di recupero, il corpo impiega prevalentemente carboidrati.

Questo perché sono i più veloci da utilizzare.

Se invece si cammina veloci o si corre a ritmo meno sostenuto e per un tempo prolungato, il metabolismo brucerà più grassi.

Ma non è detto che per dimagrire basti correre piano e a lungo, perché l’obiettivo è quello di bruciare calorie, motivo per cui più si lavora intensamente e più se ne consumano.

Per quanto riguarda la velocità, un dispendio energetico elevato si ottiene arrivando all’80% della propria massima frequenza cardiaca, ma in questo caso è necessario fare molta attenzione perché per arrivare a questo ritmo si deve essere molto allenati.

Meglio quindi variare il ritmo intervallando ad esempio 2 minuti ad alta intensità e 2 minuti a ritmo blando, per lasciare spazio al recupero, aumentando di volta in volta il tempo o il numero di ripetizioni. In ogni caso è consigliabile individuare la propria velocità.

Per quanto riguarda la frequenza di allenamento, invece, per ottenere dei risultati soddisfacenti in fatto di dimagrimento, si dovrebbe farlo regolarmente per almeno 40 minuti a sessione, iniziando con 3 uscite settimanali per arrivare fino a 4 o 5. Più ci si allena, più i risultati saranno tangibili.

È bene anche integrare la camminata veloce o la corsa con un allenamento di forza con pesi o a corpo libero, in modo da aumentare la percentuale di muscoli e quindi il tasso del metabolismo basale. Variare esercizi e movimenti, infine, è una strategia utile per impedire al corpo di adattarsi e quindi indurlo ad impiegare più energie.

DOPO MANGIATO

Ogni corpo è diverso dall’altro e quindi non vige una regola assoluta, ma è comunque consigliabile non andare a fare una camminata veloce o una corsa lenta dopo aver consumato un pasto completo. Dopo una colazione abbondante o un pranzo, il corpo si concentrerà sulla digestione e quindi il sangue sarà richiamato proprio nella zona ad essa predisposta, lasciando scoperti i muscoli che non saranno irrorati durante lo sforzo fisico.

L’allenamento rischierà quindi di essere poco proficuo, aumentando il rischio di una cattiva digestione. Meglio aspettare 2-3 ore dopo il pasto anche se si può optare per un leggero spuntino come ad esempio un tè e qualche biscotto o fetta biscottata almeno 20 o 30 minuti prima.

Per gli allenamenti più lunghi e intensi, si può portare con sé una barretta specifica per gli sport di endurance che contengano una quota di carboidrati semplici che aiuteranno a portare a compimento l’allenamento.

DONNA MODERNA

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Cerca per tag